- Chi siete?

Siamo Accompagnatori di Media Montagna. L'Accompagnatore di Media Montagna è un professionista della montagna, iscritto ad un albo speciale presso il collegio delle guide alpine, che svolge la professione dopo aver compiuto dure prove di selezione, aver svolto un corso teorico e pratico della lunghezza di un anno e aver superato 3 interi giorni di esame finale. E'un professionista che saprà accompagnarti in montagna mostrandoti le bellezze del territorio, facendoti imparare cose nuove! Tutto questo senza tralasciare la sicurezza, espressa attraverso nozioni di medicina sportiva e di montagna, primo soccorso, ottima conoscenza dell'ambiente montano, grande esperienza e importanti capacità di orientamento.

- Da dove partono i trekking?

 

Ogni trekking si svolge in località diverse e il luogo di incontro cambia di volta in volta. Consulta la scheda dell’evento per vedere il punto gps di ritrovo.

- Dove trovo le informazioni dei trekking?

Clicca nella home page del sito, cerca l'evento che ti interessa e clicca sul pulsante "Scopri" dove troverai tutti i dettagli specifici con orari, costi descrizione e luogo di ritrovo. Puoi anche iscriverti al trekking direttamente da lì cliccando sul bottone rosso "ISCRIVIMI" e inserendo i dati richiesti

 

- Abito lontano e vorrei condividere il viaggio con qualcuno come posso fare?

 

Tutti i partecipanti devono poter essere in grado di raggiungere il luogo di partenza dell’escursione con mezzi propri, non organizziamo bus o navette. Per ottimizzare al massimo i trasporti tutti i partecipanti iscritti ad un escursione vengono inseriti in un gruppo whatsapp ad hoc creato per condividere passaggi o comunicazioni veloci da parte della guida. Il gruppo viene poi cancellato dopo l’escursione. 

 

- Posso portare il mio cane?

 

Si, sempre con guinzaglio e sacchetto per deiezioni. In alcuni trekking in particolare può essere sconsigliato per motivi di sicurezza.

 

- Di che difficoltà sono i vostri trekking?

 

Ce ne sono per tutti i livelli. Da quello più semplice adatto a tutti a quello più impegnativo che richiede una buona preparazione fisica. Nella scheda informativa dell’evento puoi trovare la distanza e il dislivello previsto per ogni singola escursione. La difficoltà è molto soggettiva perché dipende dall'allenamento e dalla mentalità della singola persona. Esempio: un trekking di 10km con 1500 metri di dislivello potrebbe essere considerato di grado di difficoltà "medio" da una persona ben allenata mentre potrebbe essere considerato estremo o addirittura impossibile da una persona che fa poca o nulla attività fisica. Oltre a ciò un componente importante è dovuto dall'attitudine di ognuno a sopportare la fatica. Alcune persona appena sentono fatica si fermano perché non sopportano questa sensazione, altre persone appena sentono fatica la vedono come una sfida con sè stessi e non mollano! 

- Come faccio a sapere se un trekking è adatto a me?

L'errore più comune che ci capita è che una persona sopravvaluta le proprie capacità fisiche e sottovaluta la montagna. "che vuoi che sia, è una montagna bassa"/"non pensavo servisse portare molta acqua"/"credevo di essere più in forma"/"non ho letto bene la descrizione del trekking"/"non pensavo facesse cosi freddo ad alta quota".....Se hai dei dubbi, chiedici, mandaci una mail o un messaggio senza nessun impegno. Il nostro obiettivo è farti divertire in montagna e rilassarti, è sempre meglio fare una domanda in più per sicurezza che trovarsi poi in difficoltà in ambiente. 

 

- Nei vostri percorsi è obbligatorio avere la guida?

 

La guida non è mai obbligatoria, le montagne sono libere ed aperte a tutti. Avere una guida significa avere con con sé un professionista della montagna (accompagnatore di media montagna o guida alpina) che aiuta a scoprire meglio la storia e la natura dei luoghi attraversati oltre a fornire un’attenta valutazione del percorso e delle difficoltà dell’escursione. E’ come decidere di vistare il Colosseo o il Louvre da soli o con una guida. Tutte le escursioni inoltre sono coperte da assicurazione RC (responsabilità civile) per tutti i partecipanti. 

 

- Posso mangiare in rifugio?

 

Si, ma in tutti i trekking consigliamo sempre di essere autonomi e portare pranzo al sacco. Il rifugio può essere chiuso nei mesi invernali oppure può esserci troppa ressa. Inoltre in molti percorsi non attraversiamo nessun luogo di ristoro. Oltre al pranzo consigliamo sempre di portare qualcosa da sgranocchiare durante il cammino come cioccolata, frutta secca, barrette energetiche ecc...

 

- Serve attrezzatura specifica?

 

Le cose richieste variano a seconda della stagione e del tipo di escursione, trovi tutto nella scheda dell’evento. La cose più importanti sono sicuramente abiti comodi adatti a camminare, un buon zaino (da montagna, non Eastpak, per capirci) e delle scarpe da trekking con buona aderenza. I bastoncini seppur non essenziali aiutano moltissimo sia in salita che in discesa, se ne trovano anche a prezzi davvero irrisori. 

- Cosa succede se è prevista pioggia?

Se è prevista pioggia tutto il giorno l'evento non viene confermato e annullato. Se è nuvoloso il trekking è confermato. Se sono previsti degli sguazzi passeggeri di pioggia sarà cura della guida di volta in volta decidere il da farsi. La montagna è fatta anche di questo e non solo di cieli azzurri senza nuvole, basta essere attrezzati, non siamo fatti di zucchero 😉☔️

- Come mi iscrivo?

 

Bisogna confermare la partecipazione per ogni singolo trekking. Ci si può iscrivere tramite l’apposito modulo sulle schede dei trekking cliccando sul pulsante rosso "ISCRIVIMI" oppure inviando una mail a velitlifeisoutdoor@gmail.com o un messaggio sulla pagina Facebook specificando: nome e cognome, Codice Fiscale, numero di recapito cellulare, numero di iscritti. 

©2020 by Velit - Life Is Outdoors - All images and text © Velit - Do not use without written permission.